mercoledì 26 ottobre 2011

Liguria e alta Toscana sommerse da acqua e fango: dispersi, strade bloccate e crolli

La situazione in Liguria assume i connotati di una catastrofe. Il Levante ligure è in ginocchio a causa delle forti piogge delle ultime 24 ore. La provincia di La Spezia è la più colpita, con paesi isolati, strade trasformate in torrenti e fango e detriti che si sono abbattuti sulle case e sulle strade. Almeno otto le persone disperse.

284

Due sono finite in mare con la loro auto a Vernazza, alle Cinque Terre, travolte dall'acqua e dal fango e altre due sono scomparse a Brugnato, in val di Vara, uno dei comuni più colpiti. Un camionista è stato travolto da una frana sull'A12, tra Brugnato e Carrodano e solo dopo alcune ore i soccorritori sono riusciti a liberarlo e a portarlo in ospedale. Le sue condizioni sono gravi. La Liguria chiederà lo stato di emergenza. La Prefettura di La Spezia rivolge alla popolazione un invito pressante a non uscire di casa.

Una casa è crollata a Cassana, frazione di Borghetto Vara, in una delle zone più colpite dall'alluvione che sta abbattendo sul Levante Ligure. Volontari e soccorritori stanno scavando sotto le macerie, dove c'erano quattro persone, una è stata salvata dal fango.

Nubifragi e frane in Liguria Cinque dispersi nel fango

Ad Aulla, in Lunigiana, la situazione è critica per l’esondazione del fiume Magra che ha allagato una vasta zona della parte bassa della cittadina. I vigili del fuoco sono intervenuti con 20 automezzi e con personale del soccorso acquatico, dotati di gommoni, e sommozzatori: una cinquantina di persone le cui abitazioni sono state invase dall’acqua sono state tratte in salvo o evacuate. Le acque del Magra avrebbero invaso anche alcune aree di Pontremoli e Podenzana. Secondo i vigili del fuoco ci sono frane diffuse in tutta la provincia di Massa Carrara ed i soccorsi sono resi complicati anche dalla difficoltà di comunicazione telefonica con la zona di Aulla. Si segnala anche il crollo di due ponti in località Molino, nel comune di Tresana (Massa Carrara), lungo la strada comunale.

fonte: corriere.it

The Day After

Nessun commento:

Posta un commento