lunedì 28 novembre 2011

Ecuador: il vulcano Tungurahua torna ad eruttare

Nella serata di ieri il vulcano Tungurahua, in Ecuador, è entrato in eruzione, accompagnato da esplosioni, flussi piroclastici, espulsioni di massi di rocce e cenere incandescente, che hanno colpito soprattutto il versante occidentale del vulcano.
Alle 16h 50 locali quattro terremoti di origine vulcano-tettonica, sono stati seguiti alle 17h01 e 17h05 da due piccole esplosioni, e da grandi esplosioni alle 17h18, 17h31 e 17h35. Blocchi incandescenti sono stati lanciati fino a circa 1 km sotto il cratere.

Alle 17,30 dei flussi piroclastici hanno cominciato a scendere verso Achupashal Chotanpamba e Mandur nel fianco nord-occidentale del vulcano. Sul fianco nord-est è avvenuta una caduta di cenere invece. Gli osservatori del vulcano hanno riportato anche il verificarsi di pesanti esplosioni causate dalla caduta di massi. Ci sono rapporti di caduta di cenere nelle città di Bilbao e Manzano. A Pillate la cenere è caduta in grana grossa ed è stata riportata in COTAL con ghiaia e pietrisco solo su Cusu.

Il Tungurahua, alto 5.023 m, è un vulcano andino. La sua ultima attività vulcanica è iniziata nel 1999 ed è continuata in questi anni; il 16 agosto 2006 vi fu una eruzione particolarmente importante.

fonte: http://latinamericacurrentevents.com/ecuador-tungurahua-volcano-erupts-explosions-pyroclastic-streams-ash/13977/

The Day After

Nessun commento:

Posta un commento