mercoledì 25 gennaio 2012

Terremoto nel nord Italia: la conta dei danni

Nel Parmense il bilancio, ancora provvisorio, è di due persone ferite in modo lieve: sono due anziani caduti dalle scale mentre stavano allontanandosi dalle proprie abitazioni subito dopo la scossa. Sono proseguite per tutto il pomeriggio le verifiche dei tecnici della Protezione Civile e dei Vigili del Fuoco per mettere in sicurezza cornicioni e comignoli pericolanti: attenzione particolare è stata rivolta alla Reggia e alla vicina chiesa di San Liborio a Colorno, paese a poca distanza dalla zona dell’epicentro, dove sono caduti molti calcinacci e parte di un balcone.

terremoto-pianura-padana-allarme

La scossa di terremoto è stata avvertita stamani anche nel Bergamasco, dove ha provocato lievi danni ad alcune scuole di città e provincia. In mattinata, una cinquantina di scuole sono state fatte evacuare in via precauzionale. Vigili del fuoco e tecnici della Provincia di Bergamo sono al lavoro per verificare la stabilità degli edifici in cui sono comparse delle crepe sui muri. Richieste d’intervento sono giunte, tra gli altri, dal liceo classico Sarpi di Bergamo, dall’istituto Ivan Piana di Lovere e dall’istituto Ambiveri di Presezzo, dov'è stato chiuso un tunnel di collegamento tra due edifici.

Dichiarati lievi danni anche a Milano. Una delle tre scuole del Comune di Milano su cui vigili del fuoco e tecnici hanno svolto approfondimenti è risultata inagibile.

fonte: leggo.it

The Day After

2 commenti:

  1. Scusate e se fosse che questo é causato dall'enorme vulcano in germania, che si sta risvegliandosi?

    RispondiElimina
  2. Lo credo impossibile, non sono uno scienziato ma un vulcano anche se di quelle dimensioni non può interessare un'area cosi vasta e soprattutto cosi lontana. E' puro movimento tettonico e da quello che hanno detto gli esperti, c'è da stare in guardia....

    RispondiElimina