giovedì 9 febbraio 2012

Terremoto Filippine 6 Febbraio 2012: aggiornamento

I soccorritori sono ancora al lavoro in cerca di sopravvissuti del sisma di magnitudo 6,9 sulla scala Richter che ha colpito le Filippine centrali il 6 Febbraio scorso, e che ha causato almeno 43 morti. Più di 400 soldati sono stati dispiegati nei villaggi della provincia centrale di Negros Oriental, 570 chilometri a sud di Manila, la più colpita dal terremoto.

Una quarantina di persone risultano disperse nel villaggio di la Libertade, dove una quarantina di case è rimasta sepolta sotto una frana, ha reso noto il colonnello dell'esercito Francisco Zosimo Patrimonio incaricato dei soccorsi. E si teme che vi siano molte vittime nel sobborgo di Planas della città di Guihulngan, colpita da
un'altra frana in seguito al sisma. Qui sono già stati estratti 29 corpi e il sindaco Ernesto Reyes ritiene che il bilancio definitivo sia di almeno 50 morti. "Temo che non vi siano sopravvissuti per la frana di Planas", ha dichiarato, aggiungendo che le scosse di assestamento stanno ostacolando i soccorsi.

Dalla prima scossa vi sono state oltre 1000 scosse di assestamento, la più forte delle quali ha raggiunto magnitudo 6,2. Migliaia di persone hanno trascorso la notte all'aperto e anche alcuni ospedali hanno trasferito i pazienti all'esterno.

Quake destroyed the roads in Negros Occidental

fonte: http://www.rainews24.rai.it/it/news.php?newsid=161411, http://www.affordablecebu.com/load/news/pictures_of_earthquake_in_negros_oriental_february_6_2012/37-1-0-2499

The Day After

Nessun commento:

Posta un commento