venerdì 9 marzo 2012

Terremoto 7,1 gradi nel Pacifico, solo tsunami locali

Dal sito dell'INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia) si apprende che, questa mattina alle ore 8.28 italiane, nel Pacifico sud-occidentale è stata registrata una nuova, forte scossa sismica di magnitudo 7.1.



Il terremoto ha colpito in particolare l'arcipelago delle Vanuatu (conosciuto anche come Isole Nuove Ebridi) e le Isole Loyalty, a nord-est del possedimento francese della Nuova Caledonia.
Già sabato scorso si era verificata una forte scossa di terremoto al largo delle Isole Loyalty con un movimento tellurico di magnitudo 6.9.
La scossa di oggi, così come quella di sabato 3 marzo, non ha fatto registrare fortunatamente feriti, e neanche danni materiali di sorta.
Quanto al rischio di tsunami, non è stato diramato alcun allarme, solo un avvertimento circa la possibilità che si verifichino onde anomale locali, e potenzialmente distruttive lungo le coste, nel raggio di un centinaio di chilometri dall'epicentro.
La regione di Vanuatu è soggetta a terremoti dal momento che si trova situata sulla cosiddetta cintura di fuoco del Pacifico, caratterizzata appunto da frequenti sismi ed eruzioni di vulcani.

fonte: http://www.ilgiornaledellaprotezionecivile.it/?pg=1&idart=5338&idcat=4

The Day After

Nessun commento:

Posta un commento