sabato 21 aprile 2012

Messico: il vulcano Popocatepetl inizia a far paura, tutti pronti per l’evacuazione

Rimane alta l'allerta in Messico a causa dell'attività del vulcano Popocatepetl, a sudest della capitale, che continua a eruttare gas e frammenti di roccia incandescente. Le emittenti televisive locali hanno mostrato immagini di un bagliore rosso vicino al cratere, mentre le webcam del Centro nazionale per la prevenzione dei disastri hanno ripreso un'alta colonna di fumo alzarsi dal vulcano.

Il Popocatepetl, alto 5.450 metri, ha costretto le autorità locali a elevare l'allerta al quinto gradino, su una scala di sette livelli. L'eruzione più violenta del vulcano messicano degli ultimi 1.200 anni risale al 18 dicembre del 2000, quando migliaia di persone furono costrette a evacuare le zone circostanti.

Le autorità stanno preparando le vie di evacuazione, insieme ad ambulanze e ricoveri in caso di una esplosione più grande. Prima dell'alba di ieri, la montagna ha espulso delle grandi nubi di cenere e frammenti di roccia incandescente verso il basso, spaventando gli abitanti dei villaggi circostanti con un ruggito profondo che non si sentiva da almeno un decennio.


Una camera magmatica di un milione di metri cubi sta ribollendo a circa 8-10 chilometri sotto il Popocatepetl secondo Roberto Quaas, direttore del centro di prevenzione delle catastrofi. E nessuno è in grado di dire se questo magma esploderà improvvisamente, come una bottiglia di champagne, o lentamente. Quel che è certo è che il livello di allerta è molto alto, e la popolazione comincia ad aver seriamente paura.

fonte: http://video.repubblica.it/mondo/messico-nuove-eruzioni-per-il-vulcano-popocatepetl/93216/91610, http://www.stltoday.com/news/world/mexico-volcano-spews-glowing-rock-tower-of-ash/article_e2298af9-9e76-5a97-ba24-89021b4dc0c1.html

The Day After

Nessun commento:

Posta un commento