lunedì 28 maggio 2012

Terremoto, 3 scosse nella notte fra Calabria e Basilicata: nessun danno a cose o persone

La terra non smette di tremare in Italia. Nella notte appena trascorsa sono state rilevate 11 nuove scosse in Emilia, regione già pesantemente colpita dal sisma di magnitudo 5.9 del fine settimana scorso, e tre scosse anche al Sud, al confine tra Basilicata e Calabria. Secondo le verifiche effettuate dalla Sala situazione Italia del dipartimento della Protezione civile, non risultano fortunatamente danni a persone o cose.

map_loc_t

Il primo sisma, secondo quanto rilevato dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), è stato registrato alle 3:06 in prossimità dei comuni di Castrovillari, Morano Calabro, San Basile e Saracena; la magnitudo era di 4.3 gradi della scala Richter, mentre l’ipocentro è stato localizzato a 3 km di profondità. La seconda scossa, di magnitudo 3.2, è avvenuta alle 3:32 ed è stata avvertita nei comuni di Rotonda e Viggianello, entrambi in provincia di Potenza, e in quello di Morano, nel Cosentino. L’ipocentro era a 8 km di profondità. L’ultima, di più lieve intensità (2.1 gradi), si è verificata alle 3:29 con ipocentro a 6,8 km ed epicentro sempre al confine tra Calabria e Basilicata, tra i comuni di Viggianello, Morano e San Basile.

Secondo quanto dichiarato dagli esperti, gli eventi sismici che si stanno verificando con tale frequenza sul territorio nazionale potrebbero essere collegati alla pressione compiuta dalla zolla africana su quella europea. La frattura, infatti, corrisponde alla catena montuosa degli Appennini, ed è possibile che la terra, soprattutto nella zona meridionale, tremi ancora.

fonte: http://www.ilquotidianoitaliano.it/notizie/2012/05/news/terremoto-3-scosse-nella-notte-fra-calabria-e-basilicata-nessun-danno-a-cose-o-persone-146325.html/

The Day After

Nessun commento:

Posta un commento