giovedì 31 maggio 2012

Terremoto sulle coste di Campania e Basilicata: preoccupazione per i vulcani sommersi del Tirreno

La terra trema anche nel basso Cilento. Una scossa di terremoto di magnitudo 3 è stata registrata questa mattina alle 5:16 al largo delle coste campane e lucane, nel golfo di Policastro.
Secondo i rilievi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 8,7 km di profondità ed epicentro in prossimità dei comuni salernitani di Ispani, San Giovanni a Piro e Sapri, e di quello potentino di Maratea. La scossa è stata avvertita dalla popolazione in particolare a Maratea, San Giovanni e Sapri.

 
Dalle verifiche effettuate dalla Sala situazione Italia del dipartimento della Protezione Civile, non risultano danni a persone o cose. “La scossa è stata avvertita lievemente solo in alcune zone – ha spiegato il capitano dei carabinieri Emanuele Tamorridella compagnia di Sapri – ma fortunatamente non c’è stato nessun danno”.
Intanto sale la preoccupazione in tutto il golfo di Policastro. “Siamo preoccupati soprattutto per i vulcani sommersi che si trovano al largo della nostra costa – ha spiegato il consigliere regionale Giovanni Fortunato - ma al momento non abbiamo notizie precise. Quello che è certo è che la nostra zona – spiega Fortunato - è una zona sismica pertanto da cinque anni ci stiamo battendo contro la realizzazione del metanodotto che dalla Sicilia dovrebbe raggiungere il nord Italia attraversando la Calabria e il Golfo di Policastro”.

Nelle ultime settimane sono diverse le scosse registrate anche nella zona del monte Pollino.  Un quadro a cui prestare attenzione, dunque, visto anche che nel Mar Tirreno, al largo di Palinuro, incombe il vulcano Marsili, un gigante sottomarino alto 3 mila metri, lungo 70 chilometri e largo 30, che secondo il presidente nazionale dell'Ingv Enzo Boschi, potrebbe eruttare o franare.
Tanta la paura tra i cittadini. A Sapri, in particolare, decine di persone sono scese per strada nel corso della seconda scossa che è stata avvertita maggiormente rispetto a quella dell'1.45. Di fronte la fascia costiera del Golfo di Policastro c'è il vulcano marino "Palinuro" che si trova a 32 km di distanza dalla costa, di fronte lo specchio d'acqua di Scario, frazione marina del comune di San Giovanni a Piro. Il vulcano, circa due anni fa, fu monitorato direttamente dal geofisico Enzo Boschi, già presidente dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia.

fonte: http://lacittadisalerno.gelocal.it/dettaglio/sisma-nel-golfo-di-policastro-la-terra-trema-allalba/5808036, http://napoli.repubblica.it/cronaca/2012/05/31/news/terremoto_nel_cilento_controlli_su_vulcani_sommersi-36277174/

The Day After

Nessun commento:

Posta un commento