lunedì 4 giugno 2012

Emilia: forte scossa 5.1, sentita in tutto Nord-Est

In provincia di Modena forte e lunga scossa alle 21.20 di magnitudo 5.1, avvertita fino all'Alto Adige, a Milano, Genova, Bologna e Firenze. Epicentro nel modenese. Nessun ferito. Crollato il campanile di Novi. Crolli anche a Finale Emilia.

Map Location

L'epicentro, in provincia di Modena, è compreso tra i comuni Concordia, Novi di Modena e San Possidonio, ad una profondità di 9,2 km. I dati, definitivi, sono stati registrati dall'Ingv e resi noti dal Dipartimento della Protezione Civile.
La Protezione civile dell'Emilia Romagna ha confermato che non sono segnalati feriti dopo la scossa di magnitudo 5.1. Ci sono stati solo alcuni malori che hanno colpito persone vittime dello spavento.
La Protezione civile e le forze dell'ordine sono al lavoro per verificare se la scossa abbia provocato nuovi danni nelle zone già colpite dal sisma di questi giorni. Dai primi accertamenti non risulterebbero nuovi crolli, ma il lavoro dei soccorritori è ancora in corso. Grande la paura tra gli sfollati che vivono nelle tendopoli e nei centri d'accoglienza allestiti per l'emergenza.
In seguito alla nuova scossa con epicentro proprio a Novi di Modena, è crollato il campanile che si trovava nella piazza centrale del paese. Il campanile era stato già lesionato dalle precedenti scosse.
La scossa si è avvertita distintamente a Milano e anche a Padova dove la gente si è riversata per strada. A Bologna e a Padova la gente si è riversata per strada. Il sisma è stato avvertito distintamente anche in Trentino Alto Adige e ad alcuni piani alti delle case di Firenze, probabilmente la località più a sud rispetto all'epicentro del sisma in cui la scossa è stata comunque sentita.
Nonostante la magnitudine, simile a quella delle più
significative scosse precedenti, quella di stasera è stata
avvertita in modo meno netto in Toscana. Lo hanno sentito soprattutto ai piani alti degli edifici sia a Trento che a Bolzano e ha creato qualche preoccupazione. A Mirandola la gente si è riversata in strada, cellulare al orecchio, e ha tentato di contattare parenti e amici per avere informazioni. Al momento non si registrano crolli nella zona rossa ma sono in corso le verifiche. Il centro storico della cittadina era già stato in precedenza totalmente chiuso ai pedoni.
Restano chiuse, anche domani e martedì, le scuole di ogni ordine e grado a Modena.  Stessa decisione anche per le scuole di Fiorano Modenese e di Maranello: dopo la violenta scossa di questa sera, infatti, le amministrazioni comunali hanno deciso di effettuare nuove
verifiche sulla stabilità degli edifici.

fonte: http://www.unita.it/italia/l-ue-sul-sisma-catastrofe-br-da-5-miliardi-vi-aiutiamo-1.417360?page=2

The Day After

Nessun commento:

Posta un commento