lunedì 6 agosto 2012

Nuova Zelanda: erutta il vulcano Tongariro, gente in fuga

Il livello di allerta del vulcano Tongariro è stato innalzato in seguito all’eruzione che ha avuto luogo ieri in tarda serata in Nuova Zelanda.

GNS scienza sta riportando che alle 11:50 di questa notte è iniziata una caduta di cenere nelle vicinanze del vulcano.

Il vulcanologo Michael Rosenberg ha detto a Radio New Zealand che alcune persone hanno abbandonato le loro case sulle rive meridionali del Lago Rotoaira, anche se non ci sono state ingiunzioni di sgombero dalla Protezione Civile.

I residenti della zona hanno raccontato di aver udito diverse forti esplosioni, fulmini e colonne di fumo. Essi hanno inoltre riferito di aver visto luminose rocce rosse schizzare fuori dalla montagna.

La Protezione Civile riferisce che l'attività vulcanica potrebbe costituire una minaccia per Waikato, Hawkes Bay, Gisborne, Manawatu-Wanganui, Bay of Plenty e Taranaki regioni.

Essi consigliano inoltre alle persone che si trovano nei pressi del vulcano di monitorare attentamente la situazione ed evitare di rimanere all'aperto.

La strada del deserto è stata chiusa e la polizia sta consigliando gli automobilisti di utilizzare l’Highway 4 o di eventualmente rinviare i viaggi. La polizia sta inviando squadre di ricerca e soccorso sul Monte Tongariro, per controllare che nessuno si sia arenato nelle capanne.

fonte: http://www.nzherald.co.nz/nz/news/article.cfm?c_id=1&objectid=10825125

The Day After

Nessun commento:

Posta un commento