mercoledì 14 novembre 2012

Indonesia: 3 vulcani in fase di risveglio

L’Indonesia è rinomata per la continua attività dei suoi vulcani, tanto che spesso non si riesce nemmeno a distinguere quali vulcani si siano improvvisamente risvegliati dopo un lungo periodo di tempo da quelli che sono in continua eruzione, anche se ad intermittenza. Nell’ultimo periodo 3 vulcani in particolare sembrano esser tornati in vita dopo un lungo periodo di riposo:

SANGEANG API

Il vulcano Sangeang Api è uno dei vulcani più attivi del Isole della Sunda Minore. La sua ultima esplosione risale al 1999. Durante l’eruzione del 1988 i 1.000 abitanti dell'isola sono stati evacuati, in seguito alle colate di lava, alla cenere e ai flussi di lahar. Tra la sua prima eruzione registrata nel 1512 e quella del 1999 sono avvenute 18 eruzioni. Ora il vulcano è stato messo in allerta arancio (livello 3) a causa dei segnali di inquietudine che sta manifestando ultimamente e in seguito ai piccoli pennacchi di cenere e vapore presenti sulla vetta.

RAUNG

Il vulcano Raung è un vulcano attivo dell'isola di Giava. Si trova nella provincia est di Java e dispone di una caldera larga 2 km. Raung è alto 3.332 metri sul livello del mare, ed è il più alto vulcano dell’area.

La sua prima eruzione letale per l’uomo registrata è avvenuta nel 1586. Da quell’anno fino al 1817 solo cinque eruzioni mortali sono state registrate, mentre tra il 2000 e il 2008 il vulcano ha avuto almeno 6 periodi di intensa attività eruttiva (tutti nel VEI ~ 2 serie). Dal 2008 il gigante si è addormentato. Tuttavia, qualcosa è cambiata a partire dalla fine di ottobre, quando hanno cominciato a manifestarsi piccole esplosioni di cenere, alte meno di 100 metri. Ora un’eruzione del vulcano Raung potrebbe essere piuttosto dirompente. Attualmente, i funzionari d’emergenza Indonesia hanno stabilito 3 km di distanza di sicurezza da tenere dal cratere principale del vulcano.

PALUWEH

Il vulcano Paluweh è un stratovulcano situato sull’isola di Palu'e, a nord dell’Isola di Flores. La sua più grande eruzione è avvenuta dal 4 agosto al 25 settembre 1928, ed è stata causa di un terremoto e di uno tsunami, che ha purtroppo ucciso 100 persone. L'ultima eruzione è avvenuta il 23 marzo 1985 a causa della quale le ceneri furono diffuse fino a 2 km di distanza. Ultimamente la sismicità presso il vulcano è tornata a risalire, cosa che ha portato i funzionari a dichiarare un allerta arancione (livello 3). Oggi una relazione menziona una minore caduta di cenere sui villaggi che circondano il vulcano. L'immagine che accompagna la relazione mostra alcune zone fumanti nel cratere principale.

fonte: http://www.wired.com/wiredscience/2012/11/three-indonesian-volcanoes-rumbling-raung-sangeang-api-and-rokatenda/

The Day After

Nessun commento:

Posta un commento