venerdì 28 dicembre 2012

Il vulcano San Cristobal minaccia il Nicaragua: evacuazioni in corso

Gas caldo e cenere dal vulcano di San Cristobal, uno dei sette vulcani attivi in Nicaragua: 300 famiglie sono evacuate, dicono i media internazionali.

NICARAGUA-VOLCANO-SAN CRISTOBAL

E’ stato diramato l’allarme giallo mercoledì nel raggio di 3 km dal vulcano: è così partita l’evacuazione dei residenti che “sarebbero ad alto rischio” se ci fosse un’eruzione imponente, comunque improbabile; il vulcano è costantemente attivo con fenomeni a bassa intensità, ma ulteriori e più rischiosi fenomeni sono in generale ritenuti improbabili.

Secondo Rosario Murillo, portavoce del Governo, “15 eruzioni sono state registrate nella sola giornata di ieri” nel vulcano a poca distanza dalla capitale dello stato, Managua.

Ci sarebbero però comunità di contadini che vivono alla base del vulcano che hanno rifiutato di evacuare, qualcosa come 1500 contadini secondo l’Afp: “Le persone non se ne sono andate perché non vogliono lasciare l’area abbandonata”, dice Maria Pereira, abitante locale, all’agenzia internazionale. La protezione civile si è mobilitata per “convincere i cittadini a sfollare”: colonne di cenere “hanno coperto gli alberi, le case e le strade di bianco” e “parecchia sabbia è caduta nel mattino”, mentre l’attività eruttiva è sensibilmente calata nel pomeriggio.

fonte: http://www.giornalettismo.com/archives/679139/il-vulcano-che-minaccia-il-nicaragua/

The Day After

Nessun commento:

Posta un commento