sabato 25 aprile 2015

Cile: il vulcano Calbuco fa paura. Ora è allarme cenere

Il vulcano Calbuco fa paura ed in Cile è massima allerta: dopo le forti eruzioni di ieri e l'altro ieri notte, che hanno aperto quattro nuove 'bocche', con i crateri passati da due a sei, ora l'attenzione e i timori sono concentrati sulle enormi nuvole di ceneri. Se per ora si allontana infatti il rischio di una terza eruzione le autorità locali mantengono l'allarme nel sud del paese da dove una fitta coltre di pulviscolo si sta spostando verso il nordest.


E dopo avere causato problemi in tre regioni argentine, potrebbe arrivare fino a Buenos Aires. In attesa di un'evoluzione della situazione, il governo di Michelle Bachelet mantiene una zona 'off-limit' con un raggio di 20 km intorno al vulcano e le forze di sicurezza cilene hanno sconsigliato ai residenti evacuati dalle loro abitazioni di tornare a casa. Anche solo per monitorare i danni o trarre in salvo oggetti personali. Nel frattempo, le dense nuvole di cenere sprigionate dal Calbuco stanno causando problemi in tre provincie argentine - Neuquen, Rio Negro e Chubut - e si stanno avvicinando a quella di Buenos Aires, dove - secondo le previsioni - potrebbero arrivare nelle prossime ore. Gli aeroporti delle tre capitali provinciali sono stati chiusi al traffico, mentre nell'aeroporto internazionale di Ezeiza, a Buenos Aires.

fonte: ansa

Nessun commento:

Posta un commento