sabato 30 maggio 2015

L'attività vulcanica sta aumentando in tutto il Giappone

L'eruzione presso l'isola Kuchinoerabujima non è l'unica attività vulcanica avvenuta dal Grande Terremoto del Giappone nel 2011.


Oltre all'eruzione del Mt. Ontake lo scorso settembre, il livello di allarme innalzato per un rischio dieruzione del Monte Hakone all'inizio di questo mese, e l'aumento dei terremoti vulcanici presso le prefetture di Kanagawa e Shizuoka.

Nella regione di Tohoku, c'è stato un aumento del ​​numero dei terremoti vulcanici nella catena montuosa Zao sul confine della prefettura di Yamagata-Miyagi e nella catena montuosa Azuma, a cavallo tra le prefetture di Fukushima e Yamagata. La regione di Kyushu ha visto 595 eruzioni esplosive del vulcano Sakurajima, un'isola vulcanica nella Prefettura di Kagoshima, dall'inizio di quest'anno, superando il record dello scorso anno, in cui si erano registrate 450 eruzioni.


"Eruzioni molto più grandi di quella recente sull'isola Kuchinoerabujima si verificano lungo l'arcipelago giapponese più volte ogni secolo", ha detto Tsugutoshi Fujii, capo del Comitato di coordinamento per Pronostico Eruzioni Vulcaniche. "Eruzioni ancora più grandi potrebbero eventualmente verificarsi da ora."

Per migliorare la preparazione alle catastrofi vulcaniche, il governo ha ottenuto ieri l'approvazione del Governo di un disegno di legge per modificare la legge sulle misure speciali riguardanti vulcani attivi, che esalta il ruolo dei governi locali. La mossa è arrivata in risposta al disastro dello scorso anno sul monte Ontake. I governi locali nelle zone intorno a 50 vulcani sono toccati dalla nuova legislazione.

Il disegno di legge obbliga i governi locali, che devono prepararsi per eventuali eruzioni, a stabilire consigli di gestione delle catastrofi, composti da rappresentanti delle forze di polizia, vigili del fuoco, esperti di vulcanologia e altri. Si richiede inoltre ai governi locali di stabilire piani di evacuazione.

fonte: http://the-japan-news.com/news/article/0002187591

The Day After

Nessun commento:

Posta un commento