martedì 5 maggio 2015

Terremoto 7.5 Papua Nuova Guinea: danni alle case, blackout e tsunami di 1 metro

Un forte terremoto di magnitudo 7,5 ha colpito le acque a largo di Papua Nuova Guinea facendo scattare un'allerta tsunami per un'area intorno a 300 km dall'epicentro localizzato in mare a 133 km a sud di Kokopo sull'isola di New Britain.


Tsunami che si è abbattuto sulle coste con onde alte circa un metro, che non hanno creato grossi danni. L'ipocentro del sisma è stato localizzato dall'Istituto Geologico Usa (Usgs) ad una profondità di 42 km dal fondo del mare. La scossa si è verificata alle 3,44 ora italiana. Una seconda scossa di magnitudo provvisoria 5,9 ha colpito, 10 minuti dopo la prima l'isola di New Britain nell'arcipelago di Papua Nuova Guinea a 109 km a sud di Kokopo. L'ipocentro questa volta è stato localizzato dall'Istituto Geologico ad una profondità di 64,5 km. La seconda scossa si è dunque verificata alle 3,54 ora italiana.
Il terremoto ha danneggiato alcune abitazioni a Kokopo e alcuni pali della luce nella zona di Rabaul, con un conseguente blackout. Per ora non si hanno notizie di eventuali vittime.

E' il terzo terremoto superiore alla magnitudo 7 che colpisce la zona dal 30 aprile 2015. Il vulcano Tavurvur, non molto lontano dal terremoto, ha distrutto la città di Rabaul nel 1994 in seguito a terremoti ed eruzioni. Il vulcano è tenuto quindi sotto osservazione in seguito alla serie di terremoti che sta colpendo la zona.


fonte: rainews.it
The Day After

Nessun commento:

Posta un commento