lunedì 8 giugno 2015

Bagana, Dukono e Barren Island: nuove eruzioni segnalate

Nelle ultime ore sono giunte notizie da 3 ulteriori vulcani che stanno mostrando segnali di attività: il vulcano Bagana, nell'isola di Bougainville in Papua Nuova Guinea, il vulcano Dukono in Indonesia, e Barren Island, in India.


Sulla base di osservazioni satellitari, il vulcano Bagana ha prodotto una serie di pennacchi di cenere in aumento a circa 2,4 km di altitudine, che sono andati alla deriva 40 km a ovest. (VAAC Darwin)
Una forte fonte di calore è stata visibile dal cratere dal 21 Maggio. Questo suggerisce che una nuova fase eruttiva è in corso, probabilmente estrusione lavica e/o un'attività stromboliana.
Il vulcano Bagana, situato al centro di Bougainville Island, è uno dei vulcani più giovani e più attivi della Melanesia. Questo massiccio simmetrico di circa 1850 metri di altezza, è stato in gran parte costruito da un accumulo di colate laviche. L'intero edificio avrebbe potuto essere costruito in circa 300 anni al ritmo attuale di produzione di lava. L'attività eruttiva è frequente ed è caratterizzata da versamenti non esplosiva di lava viscosa che mantengono una piccola cupola di lava nel cratere al vertice, anche se l'attività esplosiva occasionalmente produce flussi piroclastici. I flussi di lava formano lingue fino a 50 m di spessore con argini di spicco che scendono dai fianchi del vulcano su tutti i lati. Misurazioni termiche satellitari indicano una continua eruzione da prima del febbraio 2000 almeno fino alla fine dell'agosto 2014.


Forti emissioni di cenere continuano anche dal vulcano Dukono, in Indonesia. Sulla base dei dati satellitari, il VAAC Darwin ha riferito che il pennacchio di cenere è salito a 2,4 km di altitudine e si è esteso a 70 km a NO.
Rapporti da questo vulcano remoto nel nord Halmahera sono rari, ma il Dukono è stato uno dei vulcani più attivi dell'Indonesia. Più o meno ci sono continue eruzioni esplosive, a volte accompagnate da flussi di lava, verificate dal 1933 fino almeno alla metà degli anni '90, quando sono state abbreviate le osservazioni di routine. Nel corso di una grande eruzione nel 1550, una colata lavica ha raggiunto lo stretto tra Halmahera e il cono nord al fianco del Gunung Mamuya.


Dal vulcano in Barren Island nell'Oceano Indiano invece un pennacchio di vapore e cenere è salito a circa 3 km di altitudine e si estende a 35 km ad est del vulcano (VAAC Darwin).
Un punto caldo moderatamente forte è visibile dal vulcano, suggerendo che la fase eruttiva iniziata nel mese di aprile potrebbe essere ancora in corso a un livello basso.

fonte: volcanodiscovery.com
The Day After

Nessun commento:

Posta un commento