martedì 23 giugno 2015

Islanda: allerta per rischio terremoto a Reykjavík

Il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un'allerta terremoto dato che nelle ultime settimane si è intensificata l'attività sismica nella penisola di Reykjanes, a circa 60 km a sud ovest di Reykjavík, e questo potrebbe portare anche ad un terremoto di magnitudo 6,5 ​​in un prossimo futuro.


Un terremoto di magnitudo 4,0 che ha colpito il lago Kleifarvatn a fine maggio, potrebbe ampiamente essere avvertito nella regione della capitale. Un terremoto di magnitudo 6.5 potrebbe causare danni minori alle abitazioni e provocare frane in grotte e montagne, come sottolinea il comunicato stampa.

"L'analisi degli sciami sismici indica che c'è instabilità tra Kleifarvatn e Ölfus. La misurazione dei movimenti della crosta terrestre negli ultimi anni indica anche che ci possono essere tensioni in questo settore, che possono portare a terremoti più grandi."

"Informazioni storiche indicano che i terremoti in questa zona possono raggiungere magnitudo 6,5. Tra veri eventi, terremoti intorno magnitudo 6.0 hanno colpito la zona montuosa di Bláfjöll nel 1929 e nel 1968. Questi terremoti non hanno causato molti danni nella regione della capitale, ma occorre ricordare che sono state costruite nuove case molto più vicino alla zona sismicamente attiva negli ultimi anni."

"C'è da aspettarsi un terremoto di questa portata nelle comunità vicine (la regione della capitale, Grindavík, Þorlákshöfn, Hveragerði e Reykjanesbær) sarà avvertito da molte persone, che saranno spaventate fino al punto di evacuare gli edifici. Mobili pesanti possono essere spostati e la stuccatura delle pareti potrebbe incrinarsi in alcuni punti. Nessun danno dovrebbe esserci invece nelle case ben costruite. "

Il Dipartimento della Protezione Civile raccomanda  di rivedere la siruezza di ogni casa e ogni postazione di lavoro per limitare il pericolo nel caso di un terremoto.

fonte: http://icelandreview.com/news/2015/06/22/earthquake-warning-issued-reykjavik

The Day After

Nessun commento:

Posta un commento