venerdì 12 giugno 2015

Può l'eruzione di un vulcano causare il risveglio un altro vulcano nelle vicinanze?

Visto che negli ultimi giorni stiamo osservando l'incremento dell'attività del vulcano Sinabung in Indonesia, che si trova a pochi km di distanza dal temutissimo supervulcano del Lago Toba, viene da chiedersi quali rischi ci siano? E' possibile che un vulcano in eruzione possa risvegliare altri vulcani nelle vicinanze?


Ci sono alcuni esempi storici di eruzioni simultanee da vulcani o bocche situate nel raggio di circa 10 km l'uno dall'altro, ma è molto difficile determinare se un eruzione abbia causato l'altra. Nella misura in cui questi vulcani in eruzione hanno serbatoi di magma in comune o delle sovrapposizioni nei sistemi idrotermali, il magma che sorge da un vulcano può influenzare il sistema di 'impianto idraulico' dell'altro vulcano e causare qualche forma di agitazione, tra cui delle eruzioni. Ad esempio, l'enorme eruzione esplosiva del Novarupta in Alaska ha innescato il collasso della cima del vicino vulcano Monte Katmai, formando così una nuova caldera (ma senza eruzione!).

Per alcuni degli esempi storici di eruzioni simultanee da vulcani vicini, gli scienziati considerano in realtà i singoli vulcani o crateri essere parte di un unico complesso vulcanico composto da stratovolcani sovrapposti, coni di cenere, fessure, prese d'aria, e anche caldere. In tali casi, le eruzioni sono in realtà parte dello stesso complesso vulcanico. Ad esempio, i coni del Tavurvur e del Vulcan sono esplosi quasi allo stesso tempo nel settembre del 1994 essendo crateri situati all'interno della caldera del vulcano Rabaul in Papua Nuova Guinea. In questi casi, l'eruzione in realtà non ha 'innescato' uno sfogo di un vulcano vicino; si tratta invece di 'fughe' di magma in superficie da siti diversi.

Rabaul

In contrasto con questi esempi di eruzioni simultanee di vulcani con sistemi sovrapposti o correlazioni di magma e sistemi idrotermali, due dei vulcani più attivi della Terra che si trovano vicini, il Mauna Loa e il Kilauea nelle Hawaii, hanno riserve magmatiche superficiali separate che non sembrano influenzarsi a vicenda. Anche se il vulcano Kilauea è situato sul fianco sud-orientale di Mauna Loa (i vertici delle caldere vertice sono solo a 33 km di distanza) e il magma che risale in superficie per entrambi i vulcani proviene dallo stesso punto caldo mantello, la chimica del loro magma è tuttavia distinta l'una dall'altra. Inoltre l'analisi dei tempi di eruzioni storiche suggerisce fortemente che l'eruzione di un vulcano non causa o non innesca l'eruzione dell'altro vulcano.

Quindi, state tranquilli! Il Sinabung, in gran fermento in questi giorni, non può riattivare in nessun modo il supervulcano Toba. Se il Toba si risveglierà nel prossimo o in un lontano futuro sarà comunque legato ad un altro motivo.

fonte: http://www.usgs.gov/faq/categories/9819/2489
The Day After

Nessun commento:

Posta un commento