giovedì 2 luglio 2015

Uno sciame sismico sulla dorsale di Reykjanes precedette la famigerata eruzione del vulcano Laki

Anche se l'intenso sciame sismico presso il Reykjanes Ridge si sta calmando gli scienziati in Islanda rimangono sull'attenti.

"L'attività sismica in una zona può essere un indizio di un imminente agitazione in altri settori", secondo Thorvaldur Þórðarson, professore in vulcanologia presso l'Università d'Islanda, in un'intervista radiofonica al servizio radiotelevisivo nazionale, RÚV questa mattina.


Thorvaldur, anche capo del corpo docente presso l'Istituto di Scienze della Terra, vede una somiglianza tra la situazione di questi giorni e quella precedente all'eruzione del famigerato vulcano Laki nel 18° secolo.
"Tutto iniziatò con un inquietudine seguita da un'eruzione sul Reykjanes Ridge e poche settimane dopo ebbe inizio l'eruzione del Laki."

L'eruzione del vulcano Laki, nell'Islanda del Sud, è una cosa che gli islandesi non dimenticheranno mai, anche se ha avuto luogo oltre 231 anni fa (1783-1784).

L'eruzione maledetta durò otto mesi, producendo più di 15 chilometri cubi di lava e circa 120 milioni di tonnellate di biossido di zolfo. L'eruzione ha portato miseria diffusa in tutto l'emisfero settentrionale. La distruzione di massa e gli effetti geologici che ha causato si sentono ancora oggi.
Secondo Thorvaldur non c'è un collegamento diretto tra le aree, ma la storia ci ha insegnato che l'attività in un settore può precedere grandi eventi in un altro.

La preoccupazione corrente comunque è legata al sottomarino vulcano Eldey, che può divenire esplosivo, creando grandi quantità di ceneri nell'aria secondo Thorvaldur.


Il vulcano si trova a poco più di 30 km a sud ovest dell'areoporto internazionale di Keflavik, sulla penisola di Reykjanes, così che un'eruzione potrebbe avere qualche effetto sul traffico aereo, almeno da e per l'Islanda e anche oltre.

fonte: http://icelandmag.visir.is/article/earthquakes-reykjanes-ridge-preceded-infamous-laki-eruption

The Day After

Nessun commento:

Posta un commento